link homepage cilentonotizie  articolo versione mobile 
Cilento Notizie - Cronache Cilento
logo
Cilento Acciaroli Agropoli Casal Velino Castellabate Capaccio Marina di Camerota Palinuro Pollica Sapri Vallo di Diano Vallo della Lucania Salerno
Ambiente Attualità Avvisi Cultura Cronaca Dal comune Concorsi Economia Salute Spettacoli-Eventi Sport Politica Expo Salerno Lavoro

SAPRI, SI RIAPRE L’ORTO “CONDIVISO”

email
foto autoredi | Blog
06052013 orto condiviso sapri 01
Il 5 maggio è la giornata mondiale della Permacultura e a Sapri si coglie l’occasione di celebrarla riappropriandosi dell’orto sociale “Via Campesina” nei pressi di Santa Croce.

Questo spazio dove un gruppo di giovani cominciarono insieme “a seminare, coltivare e preparare un grande orto che sia a disposizione di tutta la cittadinanza” fu tolto inspiegabilmente dall’amministrazione comunale che distrusse tutta l’attrezzatura e l’orto faticosamente realizzati dai giovani non solo di Sapri.

Ma cosa è la permacultura? La permacultura è un metodo per progettare e gestire paesaggi antropizzati in modo che siano in grado di soddisfare bisogni della popolazione quali cibo, fibre ed energia e al contempo presentino la resilienza, ricchezza e stabilità di ecosistemi naturali. Così riporta Wikipedia, ma sicuramente è qualcosa di più perché è un metodo sviluppatosi a partire dagli anni settanta da Bill Mollison e David Holmgren partendo da varie discipline fondamentali come architettura, biologia, selvicoltura, agricoltura , zootecnia, geografia, antropologia e, soprattutto, ecologia.



Ci stiamo spingendo verso i limiti fisici della Terra. Non possiamo continuare a produrre inquinamento, soddisfare la nostra fame di energia e materie prime al ritmo attuale, perché stiamo consumando risorse non rinnovabili.

Non a caso l’interesse per l’ambiente e la sua tutela comincia proprio in modo sistematico alla fine degli anni Sessanta . Nascono le prime grandi associazioni ecologiste ed esce quel libro fondamentale del Club di Roma “I limiti dello sviluppo”, che mise in luce la possibilità (divenuta purtroppo reale) di un rapido deterioramento dell’ambiente e un esaurimento altrettanto rapido delle riserve naturali. Adriano Buzzati Traverso (direttore generale dell’Unesco per le Scienze) paragonò questo studio al movimento degli enciclopedisti francesi che schiuse l’età moderna.



E cosa c’è di più moderno e attuale (ma catastrofico) della crisi ambientale? Occorre dunque cominciare dal basso ad abbandonare quello sviluppo basato su produzione consumo inutili con rilascio di rifiuti nell’ambiente che sta provocando la distruzione degli ecosistemi naturali da cui dipende la vita sulla Terra.

Cominciamo dunque a progettare la conservazione consapevole ed etica di ecosistemi produttivi che “hanno la diversità, la stabilità e la flessibilità degli ecosistemi naturali” applicandola “ad un balcone, a un piccolo orto, ad un grande appezzamento o a zone naturali, così come ad abitazioni isolate, villaggi rurali e insediamenti urbani”. Si può dire che la permacultura è alla base del concetto di eco- villaggio.



I principi etici infatti possono sintetizzarsi in quattro punti fondamentali:


* Prendersi cura della terra.

* Avere cura delle persone.

* Limitare il nostro consumo alle nostre necessità.

* Condivisione equa e solidale delle risorse.




E’ quello che stavano programmando dunque i giovani di Sapri con l’orto sociale, stroncato sul nascere da amministratori ottusi ad ottobre 2010.

Oggi, dopo che la nuova amministrazione ha restituito l’area ai giovani dell’orto sociale, si è riunito il gruppo interessato a riprendere il cammino della permacultura e ha ripulito l’area abbandonata da tre anni ricostruendo le basi di un orto secondo i principi della tecnica sinergica, illustrata da Pino Castelluccio detto “il massaro”.

Speriamo che l’esempio dell’orto sociale si estenda rapidamente a tutti i i numerosi orti-giardini abbandonati nella città di Sapri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Seguici su facebook

Pubblicata il  09:20

BLOG di Paolo Abbate - La pagina corrente è autogestita

commenta la notizia
email
Seguici

 

 

Aggiungi un commento

Si raccomanda di rispettare la netiquette.

 

 

Nalla stessa categoria:
 
le più lette della settimana
28082015 emergenza cinghiali
28-08 Emergenza cinghiali, dalla Regione Campania arriva l'ok alla caccia selettiva
31082015 don carlo
31-08 Da domani partono i trasferimenti preti nella diocesi di Vallo della Lucania
19092013 ambulanza di notte
30-08 Incidente nella notte sulla SS18: una delle vetture finisce in una scarpata
28082015 cinghiale per strada
28-08 Castellabate, cinghiale investe agente della polizia e lo manda all'ospedale
28082015 daniela ferolla
28-08 La ex Miss Italia Daniela Ferolla dice la sua sul problema strade cilentane
Offerte di lavoro Salerno e provincia
Tante offerte di LAVORO Salerno e provincia. Clicca qui

Cilento Casa Vacanze

Ultime
Choc a Pagani, 18enne muore folgorato da una scarica elettrica
Cambio di Comando al vertice dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Agropoli
Il comune di Teggiano lancia un nuovo servizio di comunicazione tramite WhatsApp
LA DIETA MEDITERRANEA FESTEGGIA 5 ANNI DAL RICONOSCIMENTO UNESCO, VIVIAMOCILENTO LA CELEBRA
Ecco i prossimi appuntamenti del “Settembre Culturale” dopo la serata d'esordio con Cristina Chiabotto
Parco Archeologico di Velia, serata all'insegna del “Bianco dolce” ovvero il fico bianco del Cilento
Strumenti
app cilento notizie android
Acquista con Amazon

Inserisci la tua mail per ricevere gratis
le nostre news. (max 1 mail al giorno). Richiede verifica successiva.