Foto Testata
Logo
Cilento Acciaroli Agropoli Casal Velino Castellabate Capaccio Marina di Camerota Palinuro Pollica Sapri Vallo di Diano Vallo della Lucania Salerno
Ambiente Attualità Avvisi Cultura Cronaca Dai comuni Concorsi Economia Salute Spettacoli-Eventi Sport Politica Tecnologia Video

Vibonati, l'assassino, allevatore di bestiame, ha confessato

Credits Foto
FB
Twitter
Whatsapp
Telegram
mercoledý 29 agosto 2012
CilentoNotizie su GNews

SALERNO - Un litigio scoppiato per motivi di confine dei terreni: questo il movente dell'omicidio di Giuseppe Novellino, il pensionato di 71 anni, residente a Torino, trovato morto martedý sera dai carabinieri della compagnia di Sapri (Salerno) in una scarpata di localitÓ Gallieri, nel comune di Vibonati. Nel corso della notte i militari della locale compagnia, diretta dal capitano Emanuele Tamorri, ed i colleghi del reparto investigativo del comando provinciale di Salerno hanno fermato un allevatore di bestiame del posto, Antonio Mariano, di 61 anni, che dopo alcune ore di interrogatorio ha confessato di aver colpito alla testa con una pietra il pensionato, provvedendo successivamente ad occultarne il cadavere.

RECUPERO DEL CORPO - Il delitto Ŕ avvenuto nella mattinata del 27 agosto scorso al culmine di un litigio scoppiato per motivi di confine. A recuperare il corpo dell'ex operaio della Fiat, nato a Vibonati ma residente a Torino, sono stati i vigili del fuoco. Il corpo, che presentava lo sfondamento del cranio nella regione frontale, era stato sepolto in una scarpata. Ad effettuare il ritrovamento alcuni abitanti della zona che partecipavano alle ricerche avviate dai militari, dopo la denuncia di scomparsa effettuata da alcuni familiari. Novellino, che era single, da quando era andato in pensione trascorreva soprattutto i mesi estivi nella sua localitÓ d'origine. (fonte Ansa)


Fonte: corrieredelmezzogiorno.corriere.it

 
Selezione Video
cilento vacanze