Foto Testata
Logo
Cilento Acciaroli Agropoli Casal Velino Castellabate Capaccio Marina di Camerota Palinuro Pollica Sapri Vallo di Diano Vallo della Lucania Salerno
Ambiente Attualità Avvisi Cultura Cronaca Dai comuni Concorsi Economia Salute Spettacoli-Eventi Sport Politica Tecnologia Video

Salerno: Quattro donne rubano un bracciale d'oro, ma la gioielliera ne blocca una: arrestata

furto  180x140
Credits Foto
FB
Twitter
Whatsapp
Telegram
venerdý 18 giugno 2010
CilentoNotizie su GNews

SALERNO - Un piano criminale ordito da quattro donne, quasi mandato a monte dal coraggio di un'altra donna. ╚ accaduto a Vallata, comune dell'Avellinese, dove una gang tutta al femminile ha organizzato un furto in una gioielleria del centro: la vittima è riuscita a far arrestare una delle responsabili, ma purtroppo non ha potuto recuperare la refurtiva.

IL PIANO - In tarda mattinata quattro finte clienti sono entrate nella gioielleria «Gallo»: le donne hanno mostrato di voler comprare un bracciale d'oro del valore di cento euro, ma in realtÓ avevano puntato un gioiello che valeva otto volte tanto. Mentre la titolare della gioielleria F.M. stava pesando l'oggetto scelto, approfittando della sua distrazione, una delle due donne ha sottratto il bracciale «puntato» e si è velocemente allontanata dal negozio, raggiungendo le altre due complici che nel frattempo erano uscite dicendo di voler dare uno sguardo alle bancarelle del mercato settimanale di Vallata. Ma, mentre conservava i gioielli precedentemente mostrati, la titolare si è accorta dell'ammanco e immediatamente ha fatto scattare lĺallarme. chiamando due carabinieri della locale stazione impegnati nei servizi di vigilanza proprio presso il mercato.

LADRA «IN GABBIA» - Giunti in negozio, però, i militari hanno trovato gran parte del lavoro giÓ fatto: la gioielliera era infatti riuscita a chiudere le porte della gioielleria e a impedire la fuga della ladra. Ai carabinieri, così, non è rimasto altro da fare che dichiarare in arresto la 41enne, M.A, accompagnarla in caserma per le operazioni di rito, sequestrarle alcuni oggetti in oro in suo possesso e la cui provenienza non è riuscita a giustificare, e accompagnarla presso la Casa Circondariale di Bellizzi Irpino. Le indagini continuano su due fronti: i carabinieri stanno cercando di individuare le tre complici, anche se le videocamere a circuito chiuso presenti non erano funzionanti e stanno lavorando per accertare se le donne abbiano in passato commesso analoghi delitti in altre gioiellerie della provincia.


Fonte: corrieredelmezzogiorno.corriere.it

 
Selezione Video
cilento vacanze