Cilento Notizie - Cronache Cilento
logo
Cilento Acciaroli Agropoli Casal Velino Castellabate Capaccio Marina di Camerota Palinuro Pollica Sapri Vallo di Diano Vallo della Lucania Salerno
Ambiente Attualità Avvisi Cultura Cronaca Dai comuni Concorsi Economia Salute Spettacoli-Eventi Sport Politica Tecnologia Lavoro

IL LICEO PARMENIDE DI VALLO DELLA LUCANIA IN VISITA AL MUSEO ACROPOLIS

14042018 FOTO VISITA MUSEO
Credits Foto
Pubblicato il 14/04/2018
Comunicato Stampa

Al via un nuovo progetto di alternanza scuola-lavoro del Liceo “Parmenide” di Vallo della Lucania. Nella giornata di ieri gli studenti di alcune classi dell’Istituto cilentano hanno visitato la Fondazione “G. Vico” di Vatolla e il museo “Acropolis” di Agropoli.

Lo scopo del progetto è quello di ricercare e di studiare le opere archeologiche, i testi e le cartografie sui viaggiatori del 1700 e del 1800, che giunsero a Velia sedotti dal fascino del Grand Tour. I discenti hanno trascorso la mattinata di ieri nel museo agropolese, che si trova nel cuore del centro storico di Agropoli.

Qui, attraverso la visita guidata curata dalla vice-direttrice del museo, Elena Giovanna Foccillo e del sovrintendente delle opere, Antonio Morgese, hanno potuto conoscere ed ammirare le opere del Piranesi, i quadri di Pitloo, le stampe originali risalenti al Grand Tour ed infine i suggestivi dipinti di Paolo De Matteis, pittore cilentano del ‘600, che ha raffigurato strabilianti scene religiose. Nel pomeriggio poi, i ragazzi, accompagnati dalle professoresse Mariella Marchetti e Rita Amato, hanno avuto un incontro-dibattito con il presidente della Fondazione “Vico”, il professore Vincenzo Pepe, presso il castello vichiano di Vatolla.

Negli ultimi tempi, il museo agropolese, che aperto solo da qualche mese, è sempre più presente sulla scena turistica e culturale di Agropoli e dei paesi limitrofi, attraverso le numerose iniziative che organizza. Tra queste meritano certamente la citazione, gli incontri letterari “Sorsi di Arte e Cultura”.

 
Selezione Video
Cilento Vacanze
Si raccomanda di rispettare la netiquette.