Cilento Notizie - Cronache Cilento
logo
Cilento Acciaroli Agropoli Casal Velino Castellabate Capaccio Marina di Camerota Palinuro Pollica Sapri Vallo di Diano Vallo della Lucania Salerno
Ambiente Attualità Avvisi Cultura Cronaca Dai comuni Concorsi Economia Salute Spettacoli-Eventi Sport Politica Tecnologia Lavoro

PIANO VETRALE: “VITA POETICA” DI BIAGIO ASTORE SIA NON SOLO UN LIBRO

RICHIAMO PER UNA VITA MIGLIORE........SIAMOTUTTI DIVERSAMENTE ABILI

10102018 libro vita poetica
Credits Foto
Pubblicato il 10/10/2018
foto autoredi | Blog

“........come vorrei.......Percepire sentimenti di fanciullezza, immergermi nella semplicità che ho perso.”

Nel suo libro Biagio traduce in parole le sue considerazioni, le sue emozioni, il suo sentire e ci conduce anche a pensare a tante cose, a fare tante considerazioni..Affetto da problematiche motorie, un tempo tali persone erano definite disabili, poi credendo di migliorare la definizione, ora si definiscono “diversamente abili”……quanta ipocrisia stupida! Tutti siamo diversamente abili, o disabili in alcuni campi! Non esiste chi e” abile in ogni campo, in ogni situazione! Ognuno ha un problema fisico, mentale o psicologico, più o meno accentuato, chiamiamo le persone con il loro nome e nelle occasioni necessarie aggiungiamo il problema specifico dell”individuo con termini medici.

Sono certo i problemi di mente e di cuore più gravi e che in molti casi nuocciono anche agli altri!

Credo che i problemi motori sono sentiti da coloro che ne sono affetti più gravi di quanto siano per colpa degli altri, per visioni pietistiche che inducono a sentirsi diverso.

Credo che il “perdere la semplicità” dichiarata da Biagio sia un male dovuto al crescere, ma soprattutto in tali casi agli sguardi ed atteggiamenti degli altri. Riflettiamo!

“Tento di restar vero nella falsità….,scrive Biagio, fingo d”esser forte, trascinando il peso della mia solitudine”.

Ognuno di noi e” infine SOLO, nello sfogo poetico lo si puo” esprimere, non vorrei pero” che l”autore l”attribuisse alla sua difficoltà motoria!!!

Sfoglio le pagine e mi sembra di percepire una tristezza di chi si sente erroneamente particolarmente diverso, no Biagio sei diverso come ognuno di noi e” diverso dall”altro, chi in modo più visibile chi meno!

“Ho sempre dipinto lacrime sulla tela dei pensieri”,

bella espressione… sii felice di averla scritta e dipingi pero” anche sorrisi alla bellezza che puoi ammirare, all”intensità della musica che puoi ascoltare, ai gusti deliziosi che puoi assaporare, agli esaltanti profumi che puoi inalare, all”amore che puoi provare ed a quello che i tuoi ti donano!!!

La vita, al di là delle più svariate difficoltà che in misure diverse appartengono a tutti, noi la determiniamo con la nostra mente, con il nostro sentire, i nostri pensieri e considerazioni, tutto il resto sono parvenze, situazioni che possiamo vivere in tanti modi diversi………..secondo cio” che in noi costruiamo!

La cosa più triste e grave e” essere disabili nel cervello e nel cuore!

Lo posso affermare dopo aver fatto tanti anni di esperienza di volontariato tra le più svariate persone con i più diversi problemi e personalità!

Sia non solo il tuo libro, ma veramente la tua “VITA POETICA”!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

BLOG di Marisa Russo - La pagina corrente è autogestita

 
Selezione Video
Si raccomanda di rispettare la netiquette.