CilentoNotizie.it - Foto della news
logo
Cilento Acciaroli Agropoli Casal Velino Castellabate Capaccio Marina di Camerota Palinuro Pollica Sapri Vallo di Diano Vallo della Lucania Salerno
Ambiente Attualità Avvisi Cultura Cronaca Dai comuni Concorsi Economia Salute Spettacoli-Eventi Sport Politica Tecnologia Lavoro

Nasce "Destinazione Salerno", una nuova associazione di promozione, valorizzazione e commercializzazione

Mercoledì 14 novembre alle ore 17.30 sarà costituita Destinazione Salerno, nel teatro Giuseppe Verdi di Salerno

07112018 teatro verdi di salerno
Credits Foto
Pubblicato il 07/11/2018
Comunicato Stampa

Destinazione Salerno è un progetto di promozione, valorizzazione e commercializzazione dei territori, delle aziende e dei prodotti di Salerno e dei Comuni rientranti nella destinazione (Acerno, Baronissi, Battipaglia, Bellizzi, Bracigliano, Calvanico, Castiglione del Genovesi, Fisciano, Giffoni Sei Casali, Giffoni Valle Piana, Mercato San Severino, Montecorvino Pugliano, Montecorvino Rovella, Olevano sul Tusciano, Pellezzano, Pontecagnano Faiano, San Cipriano Picentino, San Mango Piemonte e Siano). Un sistema di 20 Comuni, 36.365 imprese, 234.768 abitanti, un’unica destinazione.

“Destinazione Salerno rientra nel più ampio progetto SOUTH ITALY promosso dalla Rete Destinazione Sud – dichiara il presidente Michelangelo Lurgi – e finanziato dalla Giroauto Travel Tour Operator, Travelport Consulting, Sistemi Integrati Territoriali e numerosi imprenditori del Mezzogiorno, teso alla creazione di 14 destinazioni del Sud Italia con lo scopo di creare un unico brand/prodotto, SOUYH ITALY, per competere sui mercati internazionali. La Rete ha già costituito Destinazione Sele-Tanagro-Vallo di Diano, che comprende un’area ricadente in 32 comuni e Destinazione Cilento, che comprende un’area ricadente in 80 comuni – continua Lurgi – dopo la nascita di Destinazione Salerno, per fine anno ci sarà Destinazione Matera”.

RETE DESTINAZIONE SUD

Rete Destinazione Sud è una rete d’imprese nata nel 2014 da imprenditori del Sud Italia, tra i quali: tour operator, agenzie di viaggio, strutture ricettive, ristoratori, società di trasporto, reti d’impresa e consorzi di quattro regioni (Basilicata, Calabria, Campania e Puglia). L’obiettivo è quello di avere un nuovo approccio al mercato, attraverso un progetto condiviso basato sulla creazione di destinazioni, aggregando imprese, istituzioni, associazioni, consorzi, opinion leader, centri di ricerca, università e stakedholder dei territori del Sud Italia.

Rete Destinazione Sud propone le Destinazioni come una serie di reti interattive, assumendo il compito di coordinare strategicamente tutte le risorse e gli operatori presenti sul territorio. Un processo di coinvolgimento delle aziende, degli amministratori locali e delle principali rappresentanze delle categorie di operatori pubblici e privati per la promozione di un sistema di offerta della destinazione stessa, che diventa così prodotto vendibile sul mercato.

La Rete ha creato un “Modello di Destinazione” da poter replicare in tutte le realtà del Mezzogiorno ed estendere a quelle italiane per consentire la nascita di un progetto unico di crescita dell’intero Paese.

La Rete Destinazione Sud ha come obiettivo primario la creazione, inizialmente, di 14 Destinazioni per il Sud Italia, le quali andranno a costituire il brand unico South Italy, che verrà promosso, valorizzato e commercializzato sui mercati nazionali e internazionali.

Gli altri obiettivi possono essere così riassunti:

• Creazione di un’offerta destagionalizzante da integrare all’offerta di turismo balneare già presente nelle regioni del Sud Italia. I prodotti turistici destagionalizzanti saranno costruiti in base ai seguenti tematismi: wellness, outdoor (bike, trekking,rafting, passeggiate a cavallo, walking tour), eventi (folkloristici, culturali, musicali, legati all’artigianato, legati all’agricoltura, legati al vino), culturale (grand tour, siti Unesco, archeologia, museali), sport, gastronomia (dieta mediterranea, valorizzazione delle tipicità), romantico, avventura, religioso.

• Creazione del prodotto turistico esperienziale e multiregionale.

• Formazione degli operatori.

• Costruzione di un portale web per il commercio on line B to B (business to business).

• Creazione di Portali di Destinazione per il posizionamento dell’offerta sul mercato web mondiale.

• Creazione di una web reputation delle Destinazioni.

• Creazione di un portale per la vendita on line B to C (business to consumer).

• Creazione delle società di Destinazione.

• Predisposizione di progetti d’internazionalizzazione.

• Predisposizione di progetti europei.

Il Modello di Destinazione

Il Modello “Turismo e Destinazioni” è basato:

• sull’analisi e la mappatura delle risorse territoriali: ambientali, storiche, architettoniche, culturali, gastronomiche, agricole e artigianali;

• sull’ascolto e il confronto con il territorio: imprese, istituzioni, associazioni, consorzi, opinion leader e stakeholder;

• sulla costruzione di una strategia condivisa di valorizzazione, promozione e commercializzazione di territori, aziende e prodotti della destinazione;

• sulla sottoscrizione di accordi operativi per lo sviluppo delle Destinazioni;

• sulla costituzione di un’Associazione per ogni Destinazione;

• sulla costituzione di una Public Company di Destinazione;

• sulla creazione di un Portale di Destinazione;

• sulla creazione di un brand di Destinazione;

• sulla creazione di una brand reputation;

• sul collegamento con altre Destinazioni per la promozione congiunta sui mercati esteri.

A questo riguardo la Rete Destinazione Sud ha già sottoscritto una serie di protocolli d’intesa con la Società Geografica Italiana, l’Associazione nazionale Agriturist, l’Università di Salerno, l’UNPLI

Campania e le seguenti associazioni di categoria: Confagricoltura Campania, Confesercenti Campania, Confartigianato Campania, Asso CEPI Nazionale, CNA Salerno.

Il Modello è stato applicato per la prima volta alla Destinazione Sele-Tanagro-Vallo di Diano (32 comuni, 21.442 imprese, 154.543 abitanti, un’unica destinazione).

Il 25 gennaio 2017 è stata costituita l’Associazione Destinazione Sele-Tanagro-Vallo di Diano,

in assemblea pubblica.

Il 26 settembre 2018, presso gli Scavi Archeologici di Paestum, è stata costituita Destinazione Cilento (80 Comuni, 49.726 imprese, 346.408 abitanti, un’unica destinazione).

Tags: ,
 
Campagna impianti termini Caldaie
Selezione Video
Si raccomanda di rispettare la netiquette.