CilentoNotizie.it - Foto della news
logo
Cilento Acciaroli Agropoli Casal Velino Castellabate Capaccio Marina di Camerota Palinuro Pollica Sapri Vallo di Diano Vallo della Lucania Salerno
Ambiente Attualità Avvisi Cultura Cronaca Dai comuni Concorsi Economia Salute Spettacoli-Eventi Sport Politica Tecnologia Lavoro

DANILO DOLCI POETA, SCRITTORE, UOMO DI PACE. UOMO DELLA RIVOLUZIONE NON VIOLENTA

Credits Foto
Pubblicato il 08/11/2018
foto autoredi | Blog

Danilo Dolci, un importante testimone e protagonista di un tempo vicino a noi, è tristemente dimenticato e cancellato dalla memoria collettiva dei tanti che farebbero bene a ricordarlo ed a dare continuità di futuro ai suoi saggi insegnamenti, oggi patrimonio di tutti noi e di quell’umanità d’insieme a cui aveva dato il meglio di se stesso, come uomo di cultura, come poeta, come pensatore e soprattutto, come educatore.

Si dedicò attivamente all’opera di redenzione delle plebi rurali della Sicilia combattendo contro l’analfabetismo ed invocando il protagonismo contadino per l’occupazione delle terre incolte.

Nel saggio ruolo di educatore, impegnato nel recupero degli ultimi ai saperi, intesi come risorsa della saggia vita d’insieme e degli esclusi/indifferenti, attraverso laboratori didattici umanamente creativi ed educativi, Danilo Dolci, applicando la maieutica, attivò saggi percorsi di conoscenza, dando così un’anima viva ai suoi laboratori didattico/educativi, nello spirito dell’arte socratica, con alla base la soggettivazione della ricerca del vero, da sempre parte di noi, in quanto “LA VERITÀ SIAMO NOI”.

La Russia nel 1959 gli conferì il PREMIO LENIN PER LA PACE. Oggi, a testimoniare il suo saggio ed intramontabile ruolo di creativo, di educatore e soprattutto di uomo/testimone di PACE, è il Centro per lo Sviluppo Creativo di Partinico, meglio conosciuto come ”BORGO di DIO”, il sogno/realtà che negli anni accompagnò gran parte della vita di Danilo Dolci, testimone/ protagonista del nostro tempo.

Un testimone/protagonista assolutamente da non dimenticare, in quanto parte di noi e risorsa umanamente importante per il Futuro per quelli che verranno che, come noi e più di noi, avranno un grande bisogno degli esempi e dell’umanità degli uomini saggi e giusti, patrimonio dell’umanità, nel percorso d’insieme passato - presente - futuro.

Danilo Dolci è un grande ed intramontabile personaggio del pensiero italiano. È, soprattutto, un sensibile poeta, così come testimonia la sua felice raccolta ”IL COMUNICARE DI NESSI”. Va opportunamente ricordato, tra l’altro, per le sue opere “PRESTO E BENE PERCHÉ SI MUORE”, ”BANDITI A PARTINICO”, ”SPRECO”, “RACCONTI SICILIANI” ed altri suoi importanti scritti.

E’ stato un uomo di PACE ed un convinto testimone/apostolo di umanità dell’altro, profondamente radicata nel valore universale di un IO/NOI, cittadini del mondo, vivendo nella sofferta Terra di Sicilia da cambiare, prima di tutto, umanizzandola.

L’umanità è l’impegno prevalente di Danilo Dolci. Al primo posto c’è la PACE; la NON-VIOLENZA.

Danilo Dolci, UOMO di PACE, il GANDHI ITALIANO, in TERRA di SICILIA, è stato sempre presente ed attivo e coraggioso protagonista nella difesa degli ultimi. Pensando ai tanti ultimi della Sicilia, andava dicendo: ”Non può esistere crescita senza il comunicarsi fiducioso; senza conoscersi profondamente, sena sapere che l’amore cresce quando ognuno vi cresce”.

La sua saggezza di pensiero e di umanità dell’anima è infinita; è una saggezza che ha accompagnato il suo pensiero durante tutto il corso della sua vita terrena, sempre saggiamente attenta agli altri della Terra a cui andava ricordando che ”LA LIBERTÀ E’ NECESSARIA MA NON BASTA A CREARE UN MONDO NUOVO”.

Grazie Danilo per tutto quello che ci hai lasciato in eredità! Grazie per la tua amicizia umanamente bella! Soprattutto, grazie per le tante esperienze didattico/educative ed umanitarie vissute nel corso degli anni in occasione dei tuoi tanti laboratori maieutici.

Caro Danilo l’Italia, da quando ci hai lasciato, è cambiata … ma in peggio.

L’Italia del crescente niente, ha un grande bisogno del tuo pensiero e dei tuoi insegnamenti necessari a recuperare la centralità dell’uomo, in quanto ESSERE IN DIVENIRE, sempre più tristemente negata da un’umanità senza insieme socializzato e con una solitudine che ci nega al Futuro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

BLOG di Giuseppe Lembo - La pagina corrente è autogestita

 
Campagna impianti termini Caldaie
Selezione Video
Si raccomanda di rispettare la netiquette.